Inquinamento da Acquisti Online

Mezzi

L’inquinamento dovuto agli acquisti online è un problema serio che però tende a passare un po’ in sordina. Non tutti si fermano a pensare a come sia evoluto il mercato degli e-commerce e quale enorme impatto tutto ciò abbia avuto sull’ambiente. In questo breve articolo ci focalizzeremo principalmente sulla questione legata al trasporto.

 

I mezzi dei corrieri contribuiscono all’inquinamento da acquisti online

Il tentativo di realizzare una rete di distribuzione sempre più veloce e capillare da parte dei colossi della vendita di prodotti online, ha determinato un incremento esponenziale dei mezzi di trasposto merci su ruote. Se nel 2006 i veicoli su strada adibiti a tale servizio erano circa 200 milioni in tutto il mondo, ad oggi i numeri sono quasi duplicati. Alcuni stimano, addirittura, che nel 2050 si arriverà a toccare il triplo.

L’impatto ambientale è stato davvero imponente, come è facile intuire, con un drastico aumento delle emissioni di CO2. Pur essendo vero, da un lato, che l’inquinamento prodotto da ogni singolo utente che avesse scelto di comprare in autonomia e in negozio i prodotti che invece acquista online, sarebbe stato nettamente maggiore, è anche importante capire quale sia l’attuale situazione.

Le alternative esistono e sono già in fase di sperimentazione in altri paesi. L’adozione di mezzi completamente elettrici, sembra però la più promettente per ridurre l’inquinamento da acquisti online. L’idea è quella di creare infrastrutture apposite, situate in luoghi strategici e contraddistinti da un’elevata affluenza di traffico, in modo da garantire una buona copertura senza produrre nessuna emissione negativa per l’ambiente.

Written by Siro Arcuri

Leave a Reply